disturbi d'ansia e ossessivi

Le situazioni temute da chi soffre di Fobia Sociale. 10 esempi reali

Sono varie le situazioni che possono suscitare forte ansia a chi soffre di Fobia Sociale. Fra queste vi sono parlare, ballare o cantare in pubblico, frequentare discoteche o locali e trovarsi in intimità.

situazioni temute nella fobia sociale

La Fobia Sociale è un disturbo caratterizzato dal rimuginio sugli insuccessi passati e sui possibili errori futuri, dall’ipersensibilità e dalla scarsa tolleranza alle critiche e ai rifiuti. E, soprattutto, dall’ansia intensa e dall’istinto a evitare le situazioni temute.

Nei fobici sociali, il desiderio di approvazione diventa spasmodico bisogno di essere accettati e il dispiacere per le critiche diviene disperazione, senso di fallimento e di inferiorità.

Fobia Sociale e ansia sociale non sono sinonimi. L’ansia sociale è l’apprensione derivata dal trovarsi in determinate circostanze. Sono il naturale bisogno di approvazione e la paura dell’esclusione, che più o meno tutti abbiamo, a farci sentire quella lieve tensione davanti al rischio di ricevere giudizi negativi. Nella Fobia Sociale, invece:

  1. L’ansia è molto più forte e perdurante, si esprime con i tremori, le palpitazioni, il rossore, la sudorazione, la secchezza della bocca, la confusione mentale e, anche, gli attacchi di panico. Spesso, resta elevata a meno che non ci si allontani dalla situazione che l’ha innescata. Il rimuginio e la certezza che le proprie peggiori paure si avvereranno sono sintomi dell’ansia anticipatoria, che può iniziare anche giorni o settimane prima dell’esposizione e manifestarsi in modo così intenso da essere paragonabile a quella che sopraggiunge trovandosi nella circostanza temuta.
  2. Le convinzioni sui temi del giudizio, del rifiuto, del successo, dell’esclusione e dell’accettazione sono rigide ed estreme. I fobici sociali sono ipersensibili ai segnali di critica e di disapprovazione, credono che ci sia un unico modo giusto per apparire adeguati ma sono altrettanto convinti di non sapersi comportare in quel modo e, perciò, sentono ansia e demoralizzazione. Hanno la tendenza a fare paragoni per placare la paura di non essere all’altezza ma, visto il modo in cui lo fanno, non possono che uscirne sconfitti. Quando valutano la vita sociale degli altri, per esempio, considerano solo i loro successi; quando valutano la propria, solo gli insuccessi.
  3. L’evitamento è la regola, più che l’eccezione. I fobici sociali possono evitare di recarsi alle feste, nei locali e nelle discoteche, di stringere nuove amicizie, di parlare con persone dell’altro sesso, di avere relazioni intime. Perfino di trovare un’occupazione. Questi comportamenti sono la conseguenza più grave della Fobia Sociale e, allo stesso tempo, la principale ragione per cui si cronicizza. Evitare, infatti, disabitua a gestire l’ansia perché impedisce di ridimensionare le paure.

Performance e interazioni sociali. Le paure dei fobici sociali

La Fobia Sociale può essere da prestazione o da interazione. Soffrono del primo tipo coloro che temono le situazioni in cui saranno al centro dell’attenzione o in cui è prevista una performance. Ecco alcuni esempi.

Coloro che hanno la Fobia Sociale da “interazione”, come dice la parola stessa, temono invece le situazioni in cui sono previste interazioni sociali. Chi ha queste paure, spesso, manca di convinzioni assertive più che di competenze relazionali. Sente, cioè, di non avere gli stessi diritti di tutti gli altri. Di seguito alcuni esempi.

Capita spesso, comunque, che la Fobia Sociale si manifesti nella forma generalizzata, in cui le paure sono relative sia alle prestazioni, sia alle interazioni.

10 esempi pratici di ciò che la Fobia Sociale rende difficile fare

I due precedenti elenchi comprendono circostanze in grado di suscitare, in sé, una qualche tensione. Un fobico sociale, tuttavia, potrebbe considerarle ansiogene al punto di essersi convinto che siano inaffrontabili. Allo stesso modo, i dieci esempi seguenti descrivono situazioni pratiche nelle quali, chi ha la Fobia Sociale, troverebbe molte difficoltà.

1 Un ragazzo è invitato alla festa di laurea di un amico ma sa che, se deciderà di andare, dovrà recarvisi da solo e potrebbe non conoscere nessuno a parte il festeggiato.

2 Un impiegato ha bisogno di tre giorni di permesso per un impegno importante, in un momento in cui l’azienda è oberata di lavoro, ma per assentarsi deve prima parlare con il superiore.

3 Una ragazza alla ricerca di un impiego si è procurata il numero di telefono del capo del personale di un’azienda. Vorrebbe chiamarlo per chiedergli un colloquio ma non lo conosce e non sa nemmeno se, al momento, vi siano posti disponibili.

4 Un conferenziere deve esporre in un convegno i dati delle sue ricerche. Il discorso dovrà essere in lingua inglese e, pur avendo tempo per prepararsi, sa che è possibile che qualcuno fra il pubblico possa fargli domande di approfondimento imprevedibili.

5 Una ragazza è in un locale e c’è un ragazzo che le piacerebbe invitare a uscire ma è seduto a un tavolo insieme con la sua compagnia. Ciò vuol dire che, se vorrà presentarsi, dovrà farlo mentre è osservata da tutti i suoi amici.

6 Un uomo è a pranzo con alcuni colleghi di lavoro che frequenta occasionalmente. Si parla di politica e non è d’accordo con le loro opinioni, ma rimane in silenzio. A un certo punto, gli viene chiesto di esprimere il suo parere.

7 Un uomo ha acquistato un maglione piuttosto costoso ma, arrivato a casa, si accorge che ha uno strappo. Cerca lo scontrino per avere un rimborso o un cambio, ma non lo trova. Sa, però, che se tornasse subito al negozio la commessa potrebbe ricordarsi di averglielo venduto.

8 Una donna, al ristorante con il marito e i figli, vede che la sua forchetta non è stata ben lavata. Al giovane cameriere che sta prendendo le ordinazioni chiede di averne un’altra, lui acconsente ma dieci minuti dopo, portando le pietanze in tavola, si scorda la posata.

9 Un ragazzo sa che alcuni suoi amici stanno organizzando una festa. Il tempo passa ma nessuno di loro lo invita, finché arriva il giorno stabilito. Il ragazzo vorrebbe andarci ma, soprattutto, vorrebbe chiedere agli amici perché lo hanno escluso.

10 Un ragazzo ha conosciuto una ragazza in discoteca, le ha parlato per un po’ ma non è certo di esserle piaciuto. I due si sono anche scambiati i rispettivi numeri di telefono, ma nei tre giorni seguenti lei non si è fatta viva. Lui però vorrebbe rivederla o, almeno, risentirla.

© Gabriele Calderone. Riproduzione riservata

Vuoi parlare con noi di un tuo problema?
Fissa un primo appuntamento!
Resta aggiornato!
Ti avviseremo per email sui nuovi articoli

leggi altro su

disturbi d'ansia e ossessivi

Le convinzioni dei fobici sociali… su se stessi e sugli altri

Ricordi cosa hai provato quando ti sei seduto davanti ai professori, alla prova orale del tuo esame di maturità?...

Fobia Sociale, la paura del giudizio degli altri

La paura di parlare con sconosciuti, di tenere discorsi in pubblico, di frequentare feste o locali, di sottoporsi a esami...

Fobia Sociale. Cos’è e come distinguerla dalla normale ansia sociale

Sentire una certa ansia durante le interazioni sociali o quando si è al centro dell’attenzione è normale visto il bisogno che...

Consigli pratici per parlare in pubblico. Come preparare un discorso e comunicarlo in modo efficace

Comunicare significa trasmettere informazioni. Quando chiedi il menù al cameriere del ristorante, quando dai consigli...

Vuoi superare la paura di parlare in pubblico ma non ci riesci? Alcuni tuoi comportamenti e convinzioni potrebbero esserne la causa

Trovarsi al centro dell’attenzione può non essere semplice, perché significa correre il rischio di commettere errori...

Superare la fobia sociale. Come si fa e perché occorre andare per gradi

Come suggerisce il nome stesso, la fobia sociale è un problema caratterizzato dalla paura di una o più situazioni sociali...

Quando i risultati non sono mai buoni abbastanza: il perfezionismo

Ogni attività, ogni compito o mansione e persino ogni hobby possono essere svolti con diversi gradi di cura...

Passività e aggressività, due vie opposte che portano alla rabbia

Le interazioni, fisiche e verbali, sono le componenti principali di ciò che chiamiamo “relazione”: è attraverso le interazioni, infatti, che...

Quanta autostima hai? Misurala gratis con un test

Due fra i test più utilizzati per la valutazione dell'autostima, utili anche per tracciare una successiva linea d’intervento...

Come interrompere l’iperventilazione: una semplice tecnica contro il principale sintomo dell’ansia

Immagina di essere in un bosco, a fare una piacevole escursione. All’improvviso, senti un forte rumore di rami spezzati...