psicologia & benessere

I bisogni umani e le paure ad essi associate

Ciascun bisogno umano è, per propria natura, collegato a particolari paure perché, naturalmente, avere bisogni determina come conseguenza il rischio che essi non siano soddisfatti.

bisogni e paure

Nel corso della vita ognuno di noi, di certo, avrà sperimentato stati d’ansia più o meno intensi o durevoli. Molti provano ansia in situazioni particolari: qualcuno, per esempio, potrebbe trovarsi a disagio nel frequentare locali. In questo caso si dice che l’ansia è “di stato”. Chi soffre, invece, di ansia “di tratto” prova ansia di frequente, anche tutti i giorni. Sono le persone definite, in modo colloquiale, “ansiose di natura”.

In realtà però, che sia di stato o di tratto, l’ansia ha sempre un motivo scatenante. Nell’ansia di stato esso è ben individuabile (nel nostro esempio era frequentare i locali), nell’ansia di tratto spesso non è così ben definito e a volte sembra addirittura assente. Ma non è così. Per capire meglio questo punto iniziamo con una breve definizione di ansia.

Secondo il DSM, il manuale diagnostico utilizzato dalla maggior parte degli psicologi e psichiatri di tutto il mondo, l’ansia è “l’anticipazione apprensiva di un pericolo o di un evento negativo futuro”. Questa definizione, seppur sintetica, è efficace perché pone l’accento sulla necessità della presenza di un possibile pericolo futuro perché l’ansia possa insorgere.

Ovviamente, il concetto di pericolo è soggettivo: ciò che per qualcuno rappresenta un pericolo, a qualcun altro potrebbe fare un effetto diverso. Immaginiamo di essere sul ciglio di un’alta scogliera e di voler fare un tuffo in mare. Probabilmente, quasi tutti saremmo in ansia. Se nella stessa situazione, però, si trovasse un tuffatore professionista, probabilmente ne proverebbe molta meno. E il motivo è semplice: per lui, essendoci abituato, quella situazione non rappresenta un pericolo.

«È inevitabile che ad ogni bisogno corrispondano particolari paure, perchè insito nel concetto di bisogno c'è la possibilità che esso non sia soddisfatto»

Da questo esempio si capisce che ciascuno di noi può sentirsi minacciato per cose molte diverse, e difficilmente potremo individuare un pericolo “assoluto”, cioè percepito da tutti allo stesso modo. Nonostante ciò in tutti noi, anche se in modo diverso uno dall’altro, sono presenti un certo numero di “paure di base”. Per capire come particolari paure siano in grado di generare particolari disturbi psicologici occorre, innanzitutto, introdurre il concetto di bisogno.

I bisogni principali degli esseri umani

I nostri bisogni sono la diretta conseguenza della nostra storia evolutiva. Una delle caratteristiche più vincenti dell’Essere Umano, per esempio, è di essere un “animale sociale”. Negli ultimi 4 milioni di anni abbiamo avuto un grande successo evolutivo perché siamo stati in grado di sviluppare la capacità di aiutarci l’un l’altro: così tanto che fare gruppo è diventato un bisogno fondamentale. Ma non è il solo. Vediamoli.

1 Bisogno di appartenenza: è, come spiegato poco fa, il bisogno di fare gruppo, di avere un posto (di maggior rilievo possibile) nel proprio gruppo e di esserne apprezzati. Il motivo di questo bisogno deriva dall’importanza che il gruppo ha per l’essere umano. Esso rappresenta supporto, stabilità, sicurezza: tutto il contrario della solitudine.

2 Bisogno di controllo: è il bisogno di poter esercitare influenza sull’ambiente e su noi stessi. La percezione di esercitare tale controllo soddisfa l’esigenza di sicurezza psicologica. Sentendoci in controllo siamo più sicuri di padroneggiare il nostro ambiente e gli eventi futuri, per sentirci meno vulnerabili all’incertezza.

3 Bisogno di sicurezza fisica: è il bisogno di sentirci in salute, meno esposti ai problemi fisici che potrebbero mettere a repentaglio la nostra sopravvivenza. Sentirsi sicuri fisicamente ci rende fiduciosi che non ci ammaleremo e che non moriremo, due delle maggiori paure dell’Uomo.

Le paure associate ai bisogni umani

Se uno o più dei precedenti bisogni non sono soddisfatti, o se pensiamo che potrebbero non esserlo in futuro, proveremo ansia o paura. Le paure umane sono tutte una conseguenza della percezione che i nostri bisogni fondamentali siano insoddisfatti o per lo meno minacciati. Consideriamo di nuovo i bisogni già elencati per chiarire questo concetto.

Bisogno di appartenenza: come già detto, appartenere significa essere accettati e apprezzati da altre persone. E’ un bisogno importante perché è importante, nell’Essere Umano, il ruolo del gruppo. Proprio per questo, tutto quello che associamo all’insoddisfazione di questo bisogno ci fa paura:

  1. essere giudicati e criticati
  2. essere abbandonati o allontanati
  3. essere rifiutati
  4. essere umiliati
  5. essere soli

Bisogno di controllo: controllare, per noi esseri umani, significa avere la percezione di essere al riparo dall’ignoto, dalle incertezze del futuro. Per questo siamo convinti che maggiore è il grado di controllo, minore sarà la probabilità che qualcosa di negativo possa accadere. Questa è una convinzione implicita in tutti gli esseri umani. Per via del significato che ha per noi il controllo, temiamo tutto quello che ad esso è contrario:

  1. essere inefficaci e impotenti
  2. essere controllati (o costretti) da eventi esterni
  3. perdere il controllo di noi stessi

Bisogno di sicurezza fisica: la sicurezza fisica, in una parola, significa sopravvivenza. Questo bisogno è forse quello che più condividiamo con tutti gli altri animali. L’istinto a evitare il dolore è una diretta conseguenza del bisogno di sicurezza fisica. Negli esseri umani questo bisogno è associato al seguente gruppo di paure:

  1. delle malattie
  2. del dolore fisico
  3. della morte

Paure e disturbi d’ansia

I disturbi d’ansia e ossessivi sono una conseguenza delle paure appena descritte. In altre parole, si può dire che il tipo di disturbo che insorge non è casuale, ma dipende da quali paure abbiamo, le quali a loro volta dipendono dal tipo di bisogno ad esse collegato. In definitiva, quindi, alla base di ciascun disturbo si trova un particolare bisogno frustrato. Questo argomento, che merita un approfondimento, è trattato a parte. Per saperne di più, consulta la pagina dedicata.

© Gabriele Calderone. Riproduzione riservata

Vuoi parlare con noi di un tuo problema?
Fissa un primo appuntamento!
Resta aggiornato!
Ti avviseremo per email sui nuovi articoli

leggi altro su

psicologia & benessere

Bisogni insoddisfatti: le basi dei disturbi psicologici

Noi tutti, di natura, abbiamo una serie di bisogni. Alcuni li condividiamo con gli altri mammiferi, altri sono tipici...

Le fobie. Se le affronti nel modo sbagliato, peggiorano

Epoca del Pleistocene, quarantamila anni fa. Un gruppetto di persone alla disperata ricerca di cibo si spinge fino...

Le 3 cause dell’ansia di separazione: i lutti e le perdite, lo stile genitoriale iperprotettivo, il temperamento ansioso

Se hai un figlio piccolo e sei tu ad accompagnarlo all’asilo o a scuola avrai notato che alcuni bambini, al momento di...

La paura dell’abbandono: perché è un sentimento così difficile da gestire

Il senso d’abbandono è da considerare una reazione naturale alla perdita di un legame affettivo importante...

Il Disturbo Maschile dell’Erezione. Consigli per una diagnosi corretta

L’erezione del pene è un meccanismo molto complesso poiché coinvolge, allo stesso tempo, il sistema endocrino...

La sfiducia nel partner e nelle relazioni. Come nasce e perché

Fra i partner, nelle relazioni amorose, molto spesso non c’è completa fiducia e in alcuni casi ce n’è davvero poca...

La tua più grande paura è ammalarti, soffrire o morire per una grave malattia? Potresti essere ipocondriaco

Ciò che forse, come esseri umani, temiamo di più è ammalarci, soffrire e morire. La Medicina, fin dalle origini...

Perfetti non si nasce. Le cause e le conseguenze del perfezionismo

Ciascuno di noi, probabilmente, conosce almeno una persona che potrebbe definire perfezionista: un amico che...